Massive fiat a Bitcoin trasferimento patrimoniale in corso, Gen Zs e Millennials altamente sottorappresentati

Massive fiat a Bitcoin trasferimento patrimoniale in corso, Gen Zs e Millennials altamente sottorappresentati
Rate this post

Forse non si è ancora arrivati a questo punto, che la rivoluzione Bitcoin è iniziata pienamente, ma è iniziata e il 2020 rispecchia perfettamente quello che possiamo chiamare il trasferimento attivo della ricchezza da una generazione all’altra, tutto attraverso il Bitcoin.

Il trasferimento di ricchezza da una generazione all’altra è già in gioco, ma quest’anno si è intensificato il trasferimento di ricchezza dalle monete fiat al cripto-asset. Le grandi cooperative hanno un vantaggio sleale, grazie ai loro fondatori che rientrano per lo più nella categoria dei baby boomer.

Questa generazione ha beneficiato di una struttura economica evidentemente più fluida di quella delle generazioni successive, in quanto tale, ci si aspetta la velocità con cui possono trasferire la loro ricchezza dal fiat, in un porto sicuro come il Bitcoin.

Due delle generazioni più importanti sono in ritardo sulla proprietà Bitcoin

Quest’anno, i più alti acquisti di criptovalute sono stati effettuati da istituzioni guidate da baby boomers, e ironia della sorte, l’altra metà di questa generazione è dietro l’attuale sistema monetario globale che ancora dà la priorità alle monete fiat come il dollaro USA e l’euro, ecc.

I sentimenti di questa generazione millenaria e della generazione Z sono giustamente mescolati. La crittovaluta è la tecnologia dirompente di entrambe le generazioni e, storicamente, ogni generazione è la punta di diamante di queste tecnologie e la utilizza a proprio vantaggio.

I Baby Boomers che si prendono la fetta più grande della torta

Per la Generazione Z e millenaria, due generazioni che secondo un rapporto della CNBC possiedono meno del 5% di questa ricchezza, le probabilità sono massicciamente accatastate contro di loro.

Purtroppo, avere una forte comprensione dell’importanza e dell’impatto delle crittocorse, e anche essere la generazione che sarà lasciata a gestire o affrontare ciò che rimane della inaffidabile struttura economica globale che ha mandato diverse economie nazionali in molteplici recessioni non è un requisito sufficiente perché queste generazioni diventino i principali beneficiari del sistema monetario Bitcoin.

I baby boomer che apparentemente controllano la maggior parte della ricchezza globale – oltre il 53% – sono i più favoriti dello spettro. Questa generazione ha un potere d’acquisto più forte, grazie alla ricchezza generazionale. Possono acquistare e ritirarsi a piacimento, poiché i rischi finanziari (per quanto riguarda le perdite) sono minori per loro.

Tuttavia, l’ignoto, ma molto promettente futuro della crittovaluta rende probabile che Millennials e Gen Zs otterranno la loro parte di torta, anche se alla „seconda fase“ della Bitcoin, è quando questo è probabile che ciò avvenga.

Man mano che il controllo della ricchezza si sposta e queste generazioni diventano detentori di ricchezza significativa, la Bitcoin potrebbe aver già stabilito il suo ruolo di leader globale, e qualunque sia il risultato di questo, le ultime due generazioni sfrutteranno ciò che ne rimane. Analiticamente, si prevede che questo -il futuro del Bitcoin- sarà di grande valore.